Uomo uccide il genero: picchiava la figlia!

NEL QUARTIERE ROMANO DEL PIGNETO
Anziano malato si alza dal letto
e uccide genero che picchiava la figlia
L’uomo, 70 anni, era bloccato e attaccato a una bombola d’ossigeno: sentite le urla della donna si è trascinato in un’altra stanza ed ha accoltellato il marito violento

ROMA – E’ finita in tragedia sabato notte una lite fra marito e moglie sudamericani al Pigneto, quartiere alla periferia sud a Roma. Un uomo gravemente malato ha trovato la forze di alzarsi e sferrare una coltellata per difendere la figlia. Morto un peruviano 49enne, Michel Angel Herrera Moscosa, colpito da un fendente al petto sferrato dal suocero cileno di 70 anni, fino a pochi minuti prima immobilizzato a letto con una bombola d’ossigeno.

PIANTONATO IN OSPEDALE – L’omicida è stato arrestato dalla polizia ma viste le sue condizioni di salute è piantonato in ospedale. Dalla ricostruzione degli investigatori, il settantenne – sentite le rula della donna – si sarebbe alzato dal letto trascinandosi fino alla stanza dove il genero stava picchiando sua la figlia sbattendola contro una scala.
Sembra che la vittima dell’accoltellamento tornasse spesso ubriaca nell’abitazione di famiglia in via Placido Zurla e che per questo scoppiassero frequenti litigi con la donna e i suoi familiari. Anche perchè il violento peruviano, stando alle testimonianze, era geloso in modo ossessivo.

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_aprile_29/peruviano-ucciso-da-padre-vittima-2004265684235.shtml

This entry was posted in Delitto, Violenza maschile. Bookmark the permalink.