#33 (Donna) – uccisa dal suo ex poi suicidato

Albenga, uccide l’ ex compagna
a coltellate e poi si toglie la vita Loredana e l’incubo-stalker foto
Ha cercato di violentarla davanti alla figlia della donna e poi l’ha uccisa. L’uomo, un nordafricano, venne arrestato per stalking: in passato aveva cercato di strangolarla

Due morti in una cameretta. Lui ha ucciso lei, accoltellandola. Non è ancora chiaro se lei abbia ucciso lui nella furibonda colluttazione o se lui si sia poi tolto la vita. Una vicenda terribile ad Albenga, nel Savonese. Un orrore inscenato davanti alla figlia quattordicenne della donna che ha dato l’allarme. L’uomo, un nordafricano di 50 anni, Aziz El Mountassir si è presentato – una vera e propria irruzione – nell’abitazione della ex moglie, Loredana Colucci, 37 – e ha cercato di violentarla. I due erano separati definitivamente da 5 mesi. Ma lui l’ossessionava: addirittura aveva tentato di strangolarla. E per questo era stato arrestato.

Lui cercò di strangolarla
La tragedia è avvenuta alle 13. Secondo una ricostruzione ancora sommaria, la ragazzina è corsa sul balcone per gridare aiuto dopo aver visto l’uomo aggredire la madre per violentarla. A quel punto la lite violenta. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto hanno trovato l’uomo agonizzante.
Arrestato per stalking: aveva tentato di strangolarla
El Mountassir non era nuovo a violenze nei confronti della sua ex compagna: dopo la separazione era stato denunciato per stalking e maltrattamenti, arrestato dopo che aveva aggredito la donna in strada poi rilasciato dopo il patteggiamento della pena a 2 anni.

Giudice revocò divieto di avvicinarsi a ex compagna
Il giudice aveva anche revocato il divieto di avvicinarsi alla donna. Spesso i carabinieri si erano recati nell’appartamento dei due conviventi per sedare violenti dissidi e l’uomo non esitava a andare al negozio dove la donna lavorava tanto che questa, spaventata, si faceva accompagnare a casa dai suoi colleghi di lavoro. Oggi l’atto finale.

La ragazzina sotto choc
L’avvocato di el Mountassir, Mauro Vannucci ha detto di aver visto il suo cliente con la ragazzina andare a piedi verso il centro città e di averli visti rientrare in casa dopo un quarto d’ora. «Mohamed sospettava che la ex compagna avesse un altro uomo – ha detto – e forse ha visto qualcosa che gli ha fatto perdere la testa». Il magistrato di turno, posto sotto sequestro l’appartamento, ha ordinato le autopsia che potrebbe portare a chiarire definitivamente la dinamica di quanto avvenuto. La ragazzina, che si trova da alcuni parenti, è sotto choc ma presto sarà sentita come teste.

http://www.corriere.it/cronache/15_giugno_02/albenga-donna-uccisa-coltellate-lite-ad-albenga-3da835ce-0921-11e5-8a3c-2c409b81767d.shtml

This entry was posted in Femminicidio, Suicidio uomini, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.