Bambina di 8 anni, punta il coltello sul padre e salva la mamma

Punta la lama contro il padre Salva la mamma
Bollate, una bimba di otto anni evita la tragedia tra i genitori: l’uomo stava gettando la moglie dal balcone dell’appartamento

Bollate, 10 agosto 2011 – Punta il coltello al fianco del padre che sta gettando la mamma dal balcone di casa. Un gesto che salva la vita alla donna e porta in galera l’uomo. È l’ultimo episodio di numerosi casi di maltrattamenti familiari accaduto a Bollate. Una storia che ha dell’incredibile, i cui particolari sono emersi da alcuni vicini di casa che, da almeno tre anni, erano costretti ad assistere alle sfuriate del marito, ai pianti della donna – che ne usciva sempre con lividi – e alle urla di disperazione della loro bimba di appena 8 anni, che invocava il padre affinché smettesse di picchiare la mamma. La storia risale a qualche giorno fa ma, come molte altre, è stata «archiviata» come un maltrattamento in famiglia. La verità, confermata anche dai rapporti stilati dai carabinieri della tenenza di Bollate, è venuta a galla grazie ai vicini di casa.

«Lei 32 anni, una donna dolcissima ed educata come la sua bambina. Lui, 43 anni, bastava guardarlo in faccia per capire cosa covava dentro — dicono alcuni condomini del palazzone di Ospiate dove è avvenuto il fatto —. Loro sono di nazionalità turca e abbiano saputo che il loro matrimonio era stato combinato, pare con delle fotografie. Da tempo in casa c’erano sempre liti e quella povera donna aveva sempre la peggio». Una storia sulla quale i carabinieri di Bollate sono riusciti, lentamente a far luce. Inizialmente la donna, minacciata dal marito aveva cercato di proteggerlo, ma poi stanca dei continui maltrattamenti ha raccontato tutto presentando una denuncia. Quando il marito lo ha scoperto ha fatto di tutto per farle ritirare la denuncia. La moglie ha finto di averlo fatto e, nello stesso tempo, ha avviato le pratiche per la separazione. Un affronto per l’uomo che dopo averla invitata, inutilmente, a fare marcia indietro l’ha immobilizzata cercando di gettarla dal balcone del quinto piano.

«La donna era già in buona parte fuori dal parapetto e rischiava di finire nel vuoto», raccontano i vicini. A salvarla l’intervento provvidenziale della figlioletta che disperata ha preso un coltello da cucina, è corsa sul balcone, lo ha puntato al padre che, per difendersi, ha fatto un passo indietro mollando la presa. La moglie a questo punto è riuscita a correre sul pianerottolo e a chiamare i vicini che già avevano avvertito i carabinieri. Il marito è stato fermato dai militari mentre tentava di fuggire. Mamma e figlia hanno dovuto ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso dell’ospedale di Bollate.

Il magistrato che, sulla base dei vari rapporti inviati in Procura dai carabinieri, era al corrente di quanto accadeva fra quelle mura domestiche, non ha esitato neppure un minuto a confermare l’arresto. I particolari di questa triste vicenda di maltrattamenti in famiglia, come molto spesso avviene, emergono dal coraggio di raccontare delle vittime e dalle testimonianze dei vicini di casa.

http://www.ilgiorno.it/rho/cronaca/2011/08/10/559890-punta_lama.shtml

This entry was posted in Donne maltrattate, Violenza Domestica, Violenza maschile, Violenza psicologica. Bookmark the permalink.

2 Responses to Bambina di 8 anni, punta il coltello sul padre e salva la mamma

  1. Adèle H. says:

    Una bambina di 8 anni è più sveglia di tutti gli adulti di un palazzo messi assieme. Tre anni che la vedevano ricoperta di lividi, cosa diamine aspettavano a soccorrerla?

  2. Alex says:

    Sono felice che almeno questa volta sia finita senza il morto.. mi viene da piangere al pensiero di cosa abbiano vissuto e sopratutto a quale stato di disperazione e terrore sia arrivata quella povera bambina

Comments are closed.