#63 – Italiano, tenta di uccidere la moglie, uccide i 2 figli e si suicida

Disoccupato lancia i figli dal balcone
e poi si getta nel vuoto: morti tutti e tre
La tragedia a Brescia dopo una lite con la moglie per motivi economici. L’uomo aveva perso il lavoro
Inutili i soccorsi per i piccoli di 4 anni e 14 mesi. Prima di suicidarsi ha tentato di uccidere la donna

Tragedia questa mattina in via Cremona a Brescia. Dopo una lite con la moglie, un uomo ha buttato i due figli di 4 anni e 14 mesi dal balcone del suo appartamento al sesto piano per poi lanciarsi lui stesso nel vuoto. Alla base del gesto, probabilmente, gravi problemi economici. L’uomo aveva perso il lavoro da qualche tempo.

I tre sono finiti sulle auto parcheggiate nel giardino interno dell’abitazione. L’uomo è deceduto sul colpo e i bambini, un maschietto e una femminuccia, sono morti all’ospedale Civile di Brescia. L’uomo ha anche tentato di uccidere la moglie, non vi è riuscito e si è lanciato anche lui dal balcone morendo sul colpo. Sul posto sono intervenute le volanti e la squadra mobile della polizia di Brescia. Tutto è successo alla periferia Sud: una zona abitata per lo più da operai, molti dei quali negli ultimi tempi sono rimasti disoccupati.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/05/21/news/brescia_lancia_figli_dal_balcone_e_si_suicida-35596337/

Brescia, padre lancia del balcone i due figli e si uccide

Un gesto di follia di un padre che ha lanciato questa mattina i due figlioletti dal balcone dopo una lite con la moglie e poi si è tolto la vita. E’ quanto è
avvenuto questa mattina a Brescia, in via Cremona. I due figli di 4 anni e 14 mesi, dfa quanto riferiscono fonti della questura di Brescia, sono stati trasportati all’ospadale civico di Brescia. Alla base del gesto, probabilmente, gravi problemi economici. Sia i due bambini sia il padre sono morti sul colpo. Sul posto è intervenuta la polizia di Brescia

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-05-21/brescia-padre-lancia-balcone-103451.shtml?uuid=AbrjlwfF

Uccide i suoi due figli lanciandoli
dal sesto piano e poi si suicida
I bimbi di 4 anni e 14 mesi, morti dopo il ricovero in ospedale. Gesto di follia dopo una lite con la moglie: l’uomo, agente pubblicitario, da un anno era senza lavoro

BRESCIA – Gesto estremo di follia lunedì mattina a Brescia. Un uomo di 51anni, dopo una lite con la moglie, ha lanciato i suoi due figli di 4 anni e 14 mesi, dal balcone dell’abitazione al sesto piano in via Cremona e poi si è suicidato. I piccoli, sono stati ricoverati in condizioni disperate all’ospedale civile di Brescia, dove sono morti poco dopo le dieci di mattino.
SESTO PIANO -Stando alla prima ricostruzione dei carabinieri, l’uomo, un italiano, di prima mattina avrebbe avuto un forte litigio con la moglie (infermiera) al termine del quale ja messo in atto il folle gesto: dopo aver gettato i bambini dal balcone (il maschietto di 4 anni e la piccola di soli 14 mesi) lui stesso si è lanciato nel vuoto. Alla base del gesto, probabilmente, gravi problemi economici mescolati ad una strisciante depressione. L’uomo, agente pubblicitario, era infatti rimasto senza lavoro ormai da un anno. Sul posto sono intervenute le volanti e la squadra mobile della polizia di Brescia, che si sono trovati di fronte ad una scena agghiacciante: i corpi dei bimbi sono stati trovati sulla capote delle macchine parcheggiate in cortile. Quello del padre, ormai privo di vita, sul cemento del cortile. Inutile l’immediato ricovero dei due piccoli all’ospedale Civile.

http://brescia.corriere.it/brescia/notizie/cronaca/12_maggio_21/uomo-lancia-figli-balcone-suicidio-201271971332.shtml

Brescia, getta i 2 figli dal balcone e si uccide Aveva perso il lavoro
Un uomo di 41 anni ha gettato dalla finestra i figli, di 4 anni e 14 mesi, e poi si è lanciato a sua volta nel vuoto, dal sesto piano. Prima, durante un litigio, aveva tentato di uccidere la moglie

Tragedia in un quartiere popolare della periferia di Brescia, poco prima delle nove del mattino. Un uomo di 41 anni si è gettato dal balcone di casa insieme ai suoi due bambini (uno e quattro anni).

Lui è morto sul colpo, i figli sono deceduti poco più tardi all’ospedale. I tre corpi sono finiti sulle auto parcheggiate nel giardino interno dell’abitazione, a Brescia, in via Cremona. Poco prima una violenta lite fra moglie e marito: c’è stata una collutazione e l’uomo ha tentato di ucciderla ma la donna è riuscita a salvarsi. Poi il folle gesto, con il salto nel vuoto.

L’uomo da qualche tempo aveva perso il lavoro e, proprio per i problemi economici derivanti, era in preda a una forte crisi depressiva. Il grave episodio si è verificato in una zona abitata per lo più da operai, molti dei quali rimasti senza lavoro a seguito della crisi.

http://www.ilgiornale.it/cronache/brescia_getta_2_figlidal_balcone_e_si_uccideaveva_perso_lavoro/uccide_figli-brescia/21-05-2012/articolo-id=588887-page=0-comments=1

Omicidio-suicidio Brescia, le urla della moglie: “Metti giù la bambina”

Omicidio-suicidio Brescia, le urla della moglie: “Metti giù la bambina”
Sono queste le ultime parole di Elena Moré, la moglie di Marco Turrini, prima che l’uomo scaraventasse la piccola dal sesto piano della palazzina in via Cremona
di redazione 21/05/2012

Se volevi spaventarmi ci sei riuscito, ma adesso dai metti giù la bambina”. Sono queste le ultime parole dette da Elena Moré, la moglie di Marco Turrini, l’agente pubblicitario di 41 anni che stamani, a Brescia, ha gettato dalla finestra i suoi due figli prima di tentare di defenestrare anche la moglie e di gettarsi egli stesso.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, durante una discussione peraltro non particolarmente accesa che aveva per oggetto i problemi lavorativi di lui, Turrini improvvisamente ha aperto la finestra del soggiorno, dove erano presenti anche i due bambini già vestiti.

LE IMMAGINI DAL LUOGO DELLA TRAGEDIA (FONTE. TELETUTTO)

Senza proferire alcuna minaccia ha preso la bimba in braccio davanti alla finestra e di fronte alla moglie che neanche per un attimo ha pensato che potesse fare sul serio. Poi improvvisamente la follia: l’uomo ha gettato prima la figlia più piccola e in rapida successione ha preso anche il maschietto e lo ha gettato giù dal settimo piano.

Elena Moré, impietrita, per alcuni secondi, è poi corsa fuori casa per chiedere soccorso, ma è stata inseguita dal marito che al piano di sotto, su un pianerottolo ha aperto un’altra finestra e ha cercato di gettarla nel vuoto.

– Getta i figli dal balcone: il padre dell’omicida sera impiccato un anno fa
– Getta i figli dal balcone: la ricostruzione della tragedia

Infine quando ha visto giungere i primi vicini di casa ha lasciato andare la donna e si è buttato. Turrini è morto sul colpo, mentre per i due bambini c’é stato un inutile trasporto d’urgenza all’ospedale civile di Brescia, dove però sono morti poco dopo.

http://www.bresciatoday.it/cronaca/omicidio-suicidio-brescia-getta-figli-balcone-marco-turrini.html

Getta i figli dal balcone: il padre dell’omicida sera impiccato un anno fa

Getta i figli dal balcone: il padre dell’omicida sera impiccato un anno fa
Lo ha raccontato ai giornalisti Maurizio Turini, cugino dell’uomo che si è tolto la vita dopo aver ucciso i due figlioletti
di redazione 21/05/2012

Il padre di Marco Turrini si era tolto la vita impiccandosi circa un anno fa. A raccontarlo è il cugino dell’uomo, Maurizio Turini, accorso sul luogo della tragedia dopo aver appreso la notizia dalla moglie.

– Le urla della moglie: “Ci hai spaventato, adesso metti giù la bambina”
– Getta i figli dal balcone: la ricostruzione della tragedia

“Sono sconvolto, da non credere – ha detto con voce tremante – so che Marco non aveva un lavoro regolare, ma so anche per certo che non aveva grandi problemi economici”. “Cosa c’entravano i bambini?” continua a ripetere, forse per tentare di dare un senso alla tragedia.

http://www.bresciatoday.it/cronaca/brescia-getta-figli-balcone-marco-turrini.html

Omicidio-suicidio: “Una famiglia felicissima”

”Una famiglia felicissima. Li conoscevo da 4, 5 anni. Ho visto nascere e crescere i bambini” ha raccontato Elisabetta, una vicina della famiglia Turrini, protagonista della tragedia avvenuta lunedì mattina alle 9 circa nel quartiere di via Cremona a Brescia.
L’uomo, 41 anni, agente pubblicitario, disoccupato da un anno, ha litigato furiosamente con la moglie, di professione infermiera, e, in preda ad un raptus, dopo avere cercato di gettare la donna dal balcone, ha afferrato i figlioletti di quattro anni e 14 mesi e li ha lanciati dalla finestra al sesto piano, gettandosi poi a sua volta nel vuoto. Il padre è rimasto ucciso sul colpo, i bambini sono stati soccorsi e ricoverati al Civile dove sono deceduti poco dopo. Sotto choc la madre dei due piccoli, un maschio e una femmina, che ha raccontato agli inquirenti, che il marito era disoccupato da tempo e depresso, ma non in cura.
”Stamattina”, ha raccontato ancora la vicina di casa, “ho sentito le urla e sono scesa a vedere cose fosse successo: lui era ancora vivo, ho sentito che respirava ancora. Ho provato a sentire il battito della bambina, ma era già molto debole”.
La tragedia avvenuta nel quartiere segue a quella di dicembre quando, nell’androne di un palazzo, venne ritrovato il corpo senza vita di un immigrato indiano, ucciso a coltellate. Per l’omicidio dell’immigrato è stato fermato un connazionale.

http://www.quibrescia.it/cms/2012/05/21/omicidio-suicidio-una-famiglia-felicissima/

This entry was posted in Femminicidio, Strage familiare, Tentato omicidio, Violenza maschile. Bookmark the permalink.