#75 (Donna) – Uccisa perché rifiutò un rapporto sessuale

Donna uccisa a Palermo,arrestato omicida
Aveva rifiutato rapporto sessuale, colpita con tv e coltello

(ANSA) – PALERMO, 3 DIC – Un operaio di 53 anni, Alfredo Palumbo, è stato arrestato per l’omicidio di Grazia Rosaria Quatrini. La donna di 62 anni era stata trovata sgozzata nella sua abitazione il 18 novembre. Palumbo, che ha confessato l’omicidio, lo avrebbe fatto perché la donna rifiutava un rapporto sessuale dopo averlo invitato a salire a casa, dove l’uomo l’aveva accompagnata in macchina la sera del 16 novembre.

Palumbo l’ha colpita ripetutamente con una tv e le ha poi tagliato la gola con un coltello.

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/sicilia/2013/12/03/Donna-uccisa-Palermo-arrestato-omicida_9719921.html

Preso l’assassino di Grazia Quatrini
Confessa operaio: rifiutò rapporto
Martedì 03 Dicembre 2013 – 14:52 di Monica Panzica
Alfredo Palumbo, 53 anni, ha ammesso il delitto.

PALERMO – Avevano bevuto in una taverna, poi aveva dato un passaggio a Grazia Rosaria Quatrini, la donna di 63 anni trovata senza vita nella sua abitazione di via Tommaso Aversa, alla Zisa. L’uomo, Alfredo Palumbo di 53 anni, autotrasportatore palermitano, è stato arrestato dalla polizia ed è adesso rinchiuso all’Ucciardone, in isolamento: ha confessato di avere ucciso la donna per motivi passionali dopo essere stato rintracciato dalla polizia al termine delle indagini che dal giorno dell’omicidio non si erano mai fermate.

Che la vittima avesse problemi con l’alcol era stato chiaro sin da subito. I conoscenti, i vicini di casa e gli stessi investigatori avevano confermato la sua frequentazione di pub e taverne della zona. Anche in casa erano state trovate alcune bottiglie vuote, una delle quali era stata rotta dall’assassino per colpire la Quatrini. Quest’ultima è stata uccisa con una coltellata alla gola: Palumbo ha raccontato di avere agito dopo il rifiuto della donna di consumare un rapporto sessuale con lui.

Nel corso dell’interrogatorio dei magistrati titolari dell’inchiesta, il procuratore aggiunto Maurizio Scalia e i sostituti procuratori Emanuele Ravaglioli e Gaetano Guardì, Palumbo ha raccontato di avere accompagnato a casa la donna la sera di sabato 16 novembre. E in effetti, quelle esaminate dagli uomini della Omicidi guidati da Carmine Mosca, sono immagini che dimostrano quello che Palumbo ha precisato. I video di alcune telecamere collocate nella zona della taverna, mostrano una donna con un cagnolino al guinzaglio salire a bordo di una Fiat Seicento rossa.

La Quatrini aveva un piccolo barboncino dal nome “Lunetta”, lo stesso trovato in casa dalla polizia il giorno della scoperta del cadavere. La donna stessa, in base a quanto hanno raccontato i clienti della taverna, aveva salutato gli amici intorno alle 20, dicendo che qualcuno l’avrebbe accompagnata a casa. Una volta arrivati nell’abitazione, come lo stesso Palumbo ha ammesso, la Quatrini l’aveva invitato a salire.

Anche le indagini avevano già accertato la volontà della donna di ospitare l’uomo: sulla porta non erano infatti stati trovati segni d’effrazione. Ma forse la 63 enne non si aspettava le richieste dell’uomo, che pretendeva un rapporto sessuale. Palumbo ha infatti continuato a raccontare cosa è successo quella sera ai pm: “Ho tentato un approccio, ma sono stato respinto”, ha detto. A quel punto la donna avrebbe cominciato ad urlare, tentando di difendersi. Il 53enne l’avrebbe così colpita con un televisore – trovato poi distrutto dalla polizia -, poi le ha tagliato la gola con un coltello da cucina, ma durante la colluttazione sarebbe stata utilizzata anche la bottiglia rotta. Palumbo è stato fermato dopo un attento monitoraggio. Quando gli investigatori sono risaliti all’utilizzatore dell’auto, hanno seguito i suoi movimenti fino a ieri a Carini quando, dopo avere effettuato alcune consegne alimentari con un camion, si è rimesso a bordo della Seicento rossa per tornare a Palermo.

http://livesicilia.it/2013/12/03/preso-lassassino-di-grazia-quatrini-confessa-un-operaio-rifiuto-un-rapporto-sessuale_411992/

Omicidio della Zisa, arrestato l’assassino
Grazia Quatrini si rifiutò di fare sesso con lui

Grazia Rosaria Quatrini è stata uccisa da un autotrasportatore di 53 anni. Alfredo Palumbo, è stato arrestato a Palermo dalla polizia per l’omicidio di Grazia Rosaria Quatrini, la donna di 62 anni trovata sgozzata nella sua abitazione lo scorso 18 novembre.
Palumbo, che ha confessato l’omicidio, ha detto di averlo fatto perché la donna rifiutava un rapporto sessuale dopo averlo invitato a salire a casa, dove l’uomo l’aveva accompagnata in macchina la sera del 16 novembre.
L’autotrasportatore l’ha colpita prima alla testa con un televisore e poi l’ha uccisa tagliandole la gola. La donna prima di morire ha strappato alcuni capelli al suo assassino: la scientifica aveva isolato anche alcune impronte rilevate sul collo della bottiglia utilizzato per uccidere la Quatrini.
La svolta alle indagini è arrivata grazie alle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona dell’enoteca che la donna frequentava spesso: proprio lì alcuni testimoni l’avevano vista il 16 novembre andare via con un uomo che le aveva offerto un passaggio.
Gli investigatori sono così risaliti a una Fiat Cinquecento Rossa e hanno rintracciato Palumbo: l’uomo, una volta fermato dalle autorità, ha subito manifestato l’intenzione di confessare l’omicidio.

http://www.si24.it/2013/12/03/omicidio-della-zisa-arrestato-lassassino-grazia-si-rifiuto-di-fare-sesso-con-lui/21080/

This entry was posted in Femminicidio, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.