#10 (Donna) – Sex Worker uccisa da un uomo

Uccisa e abbandonata in un container
L’omicida arrestato nel bergamasco
La vittima è una giovane prostituta di origine albanese. L’uomo, residente a Cene, è stato fermato dai carabinieri dopo una breve fuga. Si è schiantato con l’auto mentre scappava

BERGAMO – Ha ucciso a calci e pugni una giovane prostituta di origine albanese, si è liberato del cadavere buttandolo in un container all’esterno di un casolare abbandonato di Cene (Bergamo), in valle Seriana, dopodichè si è allontanato. Ma, percorsi soltanto pochi chilometri, si è schiantato in auto. Così quello che i carabinieri di Clusone ritengono essere l’omicida, un bergamasco proprio di Cene – Isaia Schena, di 37 anni, già noto alle forze dell’ordine – nella tarda serata di ieri è finito in carcere con l’accusa di omicidio volontario.

Il delitto si è consumato sul monte Bue: l’uomo ha ucciso la giovane prostituta dopo averla caricata in auto in zona ed essersi spinto verso via Zeno Capitanio, una strada isolata e a fondo chiuso, dove si è consumato il delitto e dove il trentasettenne, di professione camionista, si è poi liberato del corpo ormai senza vita della giovane donna albanese.

Il cadavere è stato però ritrovato quasi subito e immediato è scattato l’arresto del trentasettenne. L’uomo è stato portato in ospedale per le cure dopo l’incidente, ma le ferite riportate non sono gravi. L’arrestato aveva tra l’altro già aggredito, alcuni anni fa, un’altra prostituta.

http://www.repubblica.it/cronaca/2014/03/11/news/uccisa_e_abbandonata_in_un_container_l_omicida_arrestato_nel_bergamasco-80699660/?ref=HRER2-2

This entry was posted in Femminicidio, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.