#11 (Donna) – Uccisa dal marito

Uccide moglie a colpi di martello
davanti ai figli di nove anni
Dramma in una casa a Segni: la coppia si stava separando. Il marito l’ha colpita durante una violenta lite, sotto gli occhi dei bambini, due gemelli

ROMA – Dramma familiare domenica mattina a Segni, un centro a sud di Roma. Una donna di 47 anni è stata uccisa a martellate dal marito, di 53, al culmine di un litigio forse a causa della separazione. In casa al momento dell’aggressione c’erano i figli gemelli della coppia, di 9 anni, ora sotto choc. Non è chiaro se i bimbi hanno assistito alla scena, ma sarebbero stati loro stessi a chiamare i soccorsi. La donna è morta poco dopo in ospedale per le gravissime ferite alla testa.
A casa per prendere poche cose
Il marito si è poi costituito negli uffici del commissariato di Colleferro, uno di quelli destinati a chiudere per la spending review sulla sicurezza. La polizia sta svolgendo accertamenti per ricostruire la vicenda. Sembra che domenica l’uomo si fosse recato a casa per prendere alcuni oggetti. Ma all’improvviso è scoppiato il litigio, sfociato tragicamente nell’omicidio.

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_marzo_16/uccide-moglie-colpi-martello-ai-figli-nove-anni-c5ae90a2-acf3-11e3-a415-108350ae7b5e.shtml

Omicidio a Segni, uccide la moglie a martellate davanti ai figli di 9 anni
L’uomo, un sottufficiale dell’Aeronautica, ha tentato la fuga, poi si è presentato al commissariato della cittadina alle porte di Roma. Sarebbero stati i due figli gemelli a dare l’allarme. Dietro il delitto l’ennesima lite dopo la separazione. La donna aveva già denunciato i comportamenti violenti del marito

Femminicidio a Segni, in provincia di Roma. Il dramma si è consumato questa mattina intorno alle 9 in corso Vittorio Emanuele 20. Un uomo di 54 anni, Eraldo Marchetti, sottufficiale dell’Aeronautica, ha ucciso a colpi di martello la moglie di 48 anni, dalla quale si era separato. La donna, Maria Manciocco, insegnante, è stata ridotta in fin di vita per i colpi ricevuti alla testa ed è deceduta poco dopo essere stata trasportata in ospedale.

In casa, al momento del delitto, erano presenti anche i loro figli, due gemelli di nove anni. Sarebbe stati loro a chiamare, terrorizzati, i parenti che hanno poi allertato il 118.

L’uomo, che si era recato nell’abitazione al centro della cittadina alle porte della capitale per recuperare alcuni oggetti, dopo aver tentato in un primo momento la fuga, si è costituito al commissariato di Colleferro ed è stato arrestato dalla polizia. Ancora in stao confusionale, sarà interrogato al più presto dai magistrati. I due bambini sono stai invece affidati a una zia.

Dalle testimonianze raccolte dagli agenti a far scattare il folle gesto del marito è stata una lite, l’ennesima della coppia. I vicini hanno raccontato ai poliziotti che negli ultimi tempi, nonostante la separazione, la situazione in casa era tesissima. “Maria ed Eraldo non andavano d’accordo, ma si erano riconciliati. Poi 7-8 mesi fa avevano deciso di avviare le pratiche
per la separazione. Spesso li sentivamo litigare. Lei era una bella donna e lui probabilmente era molto geloso”.

Inoltre la donna, più volte, aveva già denunciato tramite il suo avvocato i comportamenti violenti e ossessivi del marito ma ancora nulla si era mosso.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/03/16/news/omicidio_a_colleferro-81123864/

Roma, uccide la moglie con un martello davanti ai loro due gemelli
La donna si stava separando dal marito. L’omicidio è avvenuto nella loro casa a Segni, comune alle porte della Capitale. Sono stati i due figli di 9 anni a dare l’allarme chiamando i parenti, che poi hanno allertato il 118. La vittima è morta in ospedale

13:06 – Eraldo Marchetti, di 53 anni, ha ucciso la moglie, Maria Manciocco, a colpi di martello davanti ai due gemelli di 9 anni, durante una lite nella loro casa. L’episodio è accaduto a Segni, alle porte di Roma. La vittima aveva 48 anni e si stava separando dal marito. Sono stati i due figli a dare l’allarme chiamando i parenti, che poi hanno allertato il 118. La donna è morta in ospedale: era in condizioni disperate.

L’uomo, un sottufficiale dell’Aeronautica, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Colleferro. Si è andato a costituire lui stesso, dopo aver lasciato il corpo esanime della moglie in una pozza di sangue. La vittima lavorava come insegnante in una scuola. Il marito l’avrebbe colpita più volte alla testa con un martello, fino a ridurla in fin di vita.

I vicini: “Litigavano spesso” – “Maria ed Eraldo non andavano d’accordo, ma si erano riconciliati. Poi 7-8 mesi fa avevano deciso di avviare le pratiche per la separazione. Spesso li sentivamo litigare. Lei era una bella donna e lui probabilmente era molto geloso”. Lo riferiscono alcuni vicini di casa.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lazio/2014/notizia/colleferro-uccide-la-moglie-con-un-martello-davanti-ai-loro-due-gemelli_2032566.shtml

This entry was posted in Femminicidio, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.