Uccide la moglie e poi tenta il suicidio

Uccide la moglie, lui è fuori pericolo
La tragedia lunedì mattina in viale Campari, il pensionato aveva strangolato la donna e poi tentato il suicidio

Ha lasciato la Rianimazione ed è stato trasferito nel reparto di ChirurgiaG.L., 80 anni, il pensionato che lunedì ha ucciso la moglie malata di Parkinson e poi ha tentato di togliersi la vita. I medici sono cauti, vista l’età del paziente, ma G.L. non sarebbe più in pericolo di vita.

Nel frattempo proseguono gli accertamenti della squadra Mobile, coordinati dal sostituto procuratore Morena Susi. E’ stato disposto il fermo del pensionato e formulata l’accusa di omicidio volontario.

Una tragedia maturata tra le mura di una appartamento di viale campari dove la coppia viveva da anni.La moglie, L. B., 75 anni. che si era sempre presa cura del marito, più anziano di lei di cinque anni, si era ammalata. Aveva il Parkinson. Nell’ultima settimana le sue condizioni si erano aggravate. E forse nel marito, cieco da 40 anni, già fragile e a sua volta bisognoso di cure, il tracollo ha fatto scattare la paura di non poter più gestire la situazione familiare. Un gesto disperato. Ha strangolato la donna con le mani e con una cintura poi ha tentato il suicidio ingerendo soda caustica.

http://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2015/05/11/news/pavia-trovata-morta-in-casa-grave-malore-per-il-marito-1.11399749

This entry was posted in Delitto per eutanasia, Suicidio uomini, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.