Italiano, accusato di minacce, violenza, maltrattamenti in famiglia. Ha inseguito moglie e figlia mandandole fuori strada!

Ostuni: insegue la moglie e la manda fuori strada

Gli agenti del Commissariato di Ostuni hanno arrestato Oronzo Locorotondo, 35enne del posto, per i reati di violenza privata aggravata, lesioni aggravate, maltrattamenti in famiglia e minacce aggravate. Nel primo pomeriggio di ieri i poliziotti si sono recati sulla provinciale Francavilla Fontana – Ostuni, dove era stata segnalata un’autovettura capovolta, al centro della carreggiata.

Sul posto, gli Agenti, hanno constatato la presenza dell’autovettura e, sulla carreggiata, la presenza di pezzi del paraurti della stessa, oltre a residui di vetri frantumati; inoltre, un muretto a secco completamente divelto, per circa tre metri. Nel frattempo, altri agenti si sono recati presso il locale pronto soccorso, dove vi era Oronzo Locorotondo, la moglie e la loro figlia, 13 anni. Dopo gli accertamenti, i poliziotti hanno ricostruito le fasi di un increscioso episodio avvenuto poco prima e che aveva visto protagonista la famiglia Locorotondo. Dopo l’ennesima lite tra i coniugi (i cui rapporti, da tempo, sarebbero ormai conflittuali), la donna si è allontanata a bordo dell’autovettura insieme alla figlia, cercando di far perdere le tracce. Invece, l’uomo l’aveva inseguita con la sua auto tallonandola costantemente, riuscendo a raggiungerla, superarla e costringendola a fermarsi ponendosi di traverso alla carreggiata; anticipando le mosse, la malcapitata è riuscita a scappare nuovamente in senso inverso eseguendo una pericolosa e rapida manovra di retromarcia. Ma il marito è riuscito nuovamente ad inseguirla e, a margine dell’ennesimo tentativo di bloccarla, la donna ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro il muro a secco. Viste le gravi condizioni della donna, lo stesso Locorotondo l’ha accompagnata in ospedale, insieme alla figlia, anch’essa ferita a causa del violento impatto. La madre è stata ricoverata e immediatamente condotta presso il nosocomio di Francavilla F. per delicati accertamenti diagnostici. L’uomo sottoposto ai testi alcoolemici e tossicologici, è risultato POSITIVO al test alcolemico, per lui si sono aperte le porte del carcere.

http://www.trcb.it/index.php?art=8026

Ostuni, ennesima lite in famiglia
Fuga in auto, ferite mamma e figlia

OSTUNI (13 dicembre) – Violenza privata aggravata, lesioni aggravate, maltrattamenti in famiglia e minacce aggravate: con queste accuse è stato arrestato a Ostuni Oronzo Locorotondo. Il tutto è maturato nel contesto familiare: il 35enne, dopo un litigio con la moglie, ha inseguito in auto la donna (e la figlia),
culminato in un incidente stradale. Mamma e bambina sono finite in ospedale.

Intorno alle 14,10 gli uomini della questura di Ostuni sulla strada per Francavilla Fontana, a circa un chilometro e mezzo dall’abitato della Città Bianca, hanno trovato un’autovettura capovolta, al centro della carreggiata. Era una Daewoo Matiz di colore azzurro. Altri agenti al pronto soccorso accertavano la presenza di Oronzo Locorotondo, della moglie e della loro figlia 13enne.
In sostanza dopo l’ennesima lite fra marito e moglie, la dona s’era data alla fuga con Daewoo Matiz, portando con sé la figlia e cercando di far perdere le tracce. Ma il 35enne l’aveva inseguita con la sua Fiat Punto, tallonandola costantemente, riuscendo a raggiungerla, superarla ed inducendola a frenare bruscamente mettendo l’auto di traverso per sbarrare il passo. La donna era riuscita però a schivare l’insidia con una repentina, e pericolosa, manovra. Il che non ha però fatto concludere l’inseguimento. Finché la Matiz non si è infranta contro il muro al limite della carreggiata.

Viste le gravi condizioni della donna, lo stesso Locorotondo l’ha accompagnata (sanguinante anche al volto e con un trauma alla testa) in ospedale, unitamente alla figliola, anch’essa ferita a causa del violento impatto. La madre è stata ricoverata e immediatamente condotta all’ospedale di Francavilla, per accertamenti diagnostici. Meno gravi le condizioni della figlia 13enne. Entrambe sono giudicate guaribili in 15 giorni circa.

Locorotondo, sottoposto ai test tossicologici, è risultato positivo all’alcol.

http://www.quotidianodipuglia.it/articolo.php?id=130575&sez=BRINDISI

This entry was posted in Donne maltrattate, Minacce, Violenza Domestica, Violenza maschile, Violenza psicologica. Bookmark the permalink.