Donna uccide l’anziana che assiste

Seregno, raptus sfocia in tragedia Badante malmena anziana e la uccide

La donna, 58 anni e irregolare sul territorio, è stata arrestata per omicidio colposo. Lo sgomento dei vicini, increduli per la notizia

Seregno, 14 maggio 2012 – Ha ucciso l’anziana dalla quale lavorava a suon di calci e pugni. E’ accaduto in via Odaleschi, a Seregno. Vittima una donna di 91 anni, carnefice una badante ucraina, 58 anni e irregolare sul territorio, che l’avrebbe dovuto invece accudire. La donna è stata arrestata per omicidio colposo.

I TRAGICI FATTI – La badante ieri pomeriggio è stata colpita da un raptus insiepegabile e ha iniziato a malmenare la vittima. I vicini avrebbero sentito urla e rumori di vasi rotti. Hanno visto la badante sul bancone del 2° piano che lanciava i vasi imprecando. Sono intervenuti i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Seregno e i soccorritori del 118 che hanno trovato la 91enne a terra in condizioni gravi. L’anziana è stata ricoverata a Desio, dove i medici le hanno riscontrato fratture e politraumi. Non sembrava in pericolo di vita, poi il decesso.

Anche la badante, trovata in stato confusionale è stata portata al pronto soccorso per accertamenti psichici. Nessuno sa cosa accadeva in quell’appartamento. ”Era da un anno che la straniera – spiega una vicina di casa – viveva con la signora Rina. Era molto anziana e malferma sulle gambe, quindi aveva bisogno di assistenza continua. Quella donna l’ha conciata proprio male”.

http://www.ilgiorno.it/monza/cronaca/2012/05/14/712657-Badante-Seregno-Violenza-Uccide-Anziana.shtml

Uccide a bastonate la 91enne che accudisce
Arrestata la badante ucraina irregolare
La donna, 58 anni, è accusata di omicidio preterintenzionale
Ora si trova piantonata nel reparto di psichiatria in ospedale

MILANO – L’ha colpita con un bastone. Prima alla spalla, poi alla testa. Due colpi pesanti che le hanno spezzato la clavicola e procurato una profonda ferita al capo. La pensionata di 91 anni, che accudiva giorno e notte, è morta dopo il ricovero in ospedale per le gravissime ferite riportate. Dopo l’aggressione, in evidente stata confusionale, la badante ucraina – in Italia senza regolare permesso di soggiorno – ha cominciato a urlare e a gettare dal balcone vasi e fioriere. Una furia. Che non si è calmata neppure di fronte ai quattro carabinieri che hanno tentato di immobilizzarla. Soltanto dopo mezz’ora la donna, un’ucraina di 58 anni, è stata caricata in macchina e portata in caserma, dove i militari le hanno notificato una denuncia per lesioni aggravate, prima di ricoverarla nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Desio. Crisi di nervi e tensione emotiva alle stelle, hanno diagnosticato i medici. Denuncia che, dopo la morta dell’anziana donna, si è trasformata in arresto con l’accusa di omicidio preterintenzionale. Nei guai rischiano ora di finire anche i familiari della pensionata, perché la badante non aveva il permesso di soggiorno e lavorava in nero. Da quasi un anno.
I SOCCORSI – La pensionata è stata invece soccorsa dai volontari del 118 e portata in ospedale, dove è morta poco dopo il ricovero. Domenica sera, una palazzina di tre piani con dieci famiglie a pochi passi dal centro di Seregno. I vicini della pensionata, una vecchietta del 1921 da tempo non più autosufficiente, hanno sentito le urla provenire dall’appartamento. Quando si sono affacciati alla finestra, hanno visto la badante (una persona tranquilla, a detta di tutti) sul balcone del secondo piano, che sbraitava e gettava nel cortile sottostante tutto quel che le capitava per le mani. Subito è scattato l’allarme al 112. In pochi minuti è arrivata una macchina con due carabinieri, che hanno tentato di bloccare la donna. Niente da fare. L’ucraina, sotto gli occhi terrorizzati della pensionata che era distesa sul divano e si lamentava per il dolore, si è scagliata anche contro i militari. Per riuscire a immobilizzarla è stato necessario l’intervento di un’altra pattuglia dei carabinieri.

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_maggio_14/badante-anziana-colpisce-bastonate-spalla-testa-denunciata-psichiatrico-201176535472.shtml

This entry was posted in Delitto, Delitto nell'ambito del ruolo di cura, Delitto per motivi economici, Violenza commessa da donne. Bookmark the permalink.