Uomo uccide la moglie

Uccide la moglie e si giustifica: “Scherzavo, pensavo l’arma fosse scarica”

Roma – (Adnkronos) – La donna, di 63 anni, è stata colpita al fianco. Ricoverata al San Camillo è morta intorno all’una. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo

Roma, 4 set. – (Adnkronos) – ”Stavo scherzando e pensavo che l’arma fosse scarica. Sono rimasto sorpreso vedendo invece partire un colpo”. E’ la versione che ha raccontato alla polizia l’anziano di 73 anni che ieri sera a Roma ha ucciso la moglie con un colpo di pistola, un revolver calibro 45, regolarmente detenuta. Secondo il suo racconto, la moglie lo avrebbe visto in salone con la pistola in mano e gli avrebbe chiesto se non avesse intenzione di spararsi. Lui a quel punto avrebbe risposto scherzando: ”No avrei intenzione di sparare a te”. L’uomo avrebbe poi premuto il grilletto puntando l’arma verso la moglie, colpendola al fianco. La donna 63 anni si sarebbe a quel punto rifugiata in bagno.

Subito dopo l’anziano, in stato confusionale, si è rivolto a una vicina che ha avvisato il 113. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e una volante della polizia. La donna è stata trasportata al San Camillo, dove è morta intorno all’una. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo ma sono in corso le indagini della Squadra Mobile di Roma per chiarire i dettagli della vicenda. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini della polizia Scientifica per i rilievi.

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Lazio/Roma-uccide-la-moglie-e-si-giustifica-Scherzavo-pensavo-larma-fosse-scarica_32561349552.html

Pensionato uccide la moglie con la pistola:
«Correte, ho sparato per sbaglio »
La vittima, Rosa Graziani, 63 anni, colpita a un fianco. Il marito ha chiamato l’ambulanza: fermato dalla polizia

ROMA – Dramma martedì notte alla Magliana. Un pensionato di 73 anni, Giancarlo Gusto, ha ucciso la moglie Rosa Graziani, di 53, con un colpo di pistola a un fianco. A dare l’allarme, poco prima delle 23, è stato lo stesso pensionato che ha chiamato il 118 chiedendo un’ambulanza nell’abitazione della coppia in via Pescaglia.
«Correte, ho sparato a mia moglie, ma è stato un errore», ha detto all’operatore. All’arrivo sul posto, tuttavia, ai medici è sembrato subito chiaro che c’era qualcosa di strano. Così hanno chiesto l’intervento della polizia. Gli agenti hanno trovato il marito della donna ancora con la pistola – una calibro 45 – stretta in pugno e in evidente stato confusionale. Anche agli investigatori l’uomo ha detto che il colpo era partito per sbaglio. Intanto la moglie, trasportata con urgenza all’ospedale San Camillo, è deceduta al pronto soccorso. Inutili i tentativi dei sanitari di salvarle la vita: la ferita al fianco sinistro era troppo grave.

Nell’abitazione della coppia è intervenuta anche la polizia scientifica per i rilievi. Gli agenti hanno fermato il pensionato per omicidio. L’uomo sarà interrogato oggi in carcere. Saranno eseguite delle perizie balistiche per verificare la traiettoria del proiettile e se sia compatibile con il racconto del settantenne. Gli agenti hanno anche ascoltato alcuni vicini di casa della coppia per capire se i due abbiano litigato. Comunque, almeno secondo i primi accertamenti, non sarebbero stati sentiti rumori sospetti e nemmeno grida prima dello sparo. Un unico sparo, forse da distanza ravvicinata, che non ha lasciato scampo alla moglie del pensionato che si è accasciata in corridoio.

E adesso gli investigatori del commissariato Monteverde e della Squadra mobile stanno cercando di ricostruire i rapporti nella coppia e anche perché l’uomo avesse il permesso di detenere la pistola. Con quello di ieri sera salgono a 31 gli omicidi avvenuti a Roma dall’inizio dell’anno.

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_settembre_4/uccide-moglie-pistola-2222901607697.shtml

This entry was posted in Delitto per cause da accertare. Bookmark the permalink.