#76 (Donna) – Uccisa dal marito

Foggia, uccide moglie e si costituisce
Un uomo di 37 anni ha strangolato la consorte 54enne, affetta da crisi depressive. Poi ha chiamato i carabinieri

13:30 – Un uomo di 37 anni, Cosimo Damiano Perrone, ha confessato ai carabinieri di aver ucciso la moglie, Annunziata Cioffi, di 54 anni, strangolandola. La donna, ex maestra, era affetta da oltre un anno da crisi depressive. Il 37enne, che è stato colto da un raptus di follia nella notte, dopo l’omicidio ha chiamato i carabinieri per costituirsi. Ora è in stato di fermo.

La donna lavorava come maestra in un asilo. Da qualche tempo, però, a causa delle sue condizioni di salute, era a riposo. Secondo quanto raccontato dallo stesso Perrone ai militari, la malattia di Annunziata Cioffi impediva a entrambi di dormire la notte. Alle 4 di venerdì mattina il raptus omicida e lo strangolamento, avvenuto per mezzo di una corda per tapparella.

I due erano sposati dal 2006 e non avevano figli.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/puglia/2013/notizia/foggia-uccide-moglie-e-si-costituisce_2013831.shtml

Uccide la moglie con
una corda per tapparelle

CERIGNOLA (FOGGIA) – Un uomo di 37 anni, Cosimo Damiano Perrone, è stato sottoposto a fermo perchè accusato di aver ucciso la moglie, Annunziata Cioffi, di 54 anni, strangolandola. Secondo quanto accertato dai carabinieri, la donna era affetta da crisi depressive. In nottata l’uomo sarebbe stato colto da un raptus di follia.

Ha confessato ai carabinieri di aver strangolato la moglie con una corda per tapparelle perchè era esasperato dalla depressione che da circa un anno aveva colpito la moglie, un’ex maestra. E’ quanto avrebbe detto ai carabinieri Perrone, disoccupato.

L’omicidio è avvenuto attorno alle 4 del mattino, quando l’uomo ha chiamato il 112 per confessare ai militari che aveva ucciso la moglie nella loro abitazione in via Ortale san Domenico, a Cerignola.

Perrone sarebbe stato colto da un raptus di follia perchè – ha riferito ai militari – da quando la moglie si era ammalata entrambi non riuscivano più a dormire. La patologia che aveva colpito la donna, secondo Perrone, aveva gettato la coppia, che non aveva figli, nello sconforto.

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/homepage/cerignola-uccide-la-moglie-strangolandola-e-si-costituisce-no675699

Strangola e uccide la moglie nel foggiano: «Non sopportavo più la sua depressione»

FOGGIA – Femminicidio nel foggiano, precisamente a Cerignola, dove un 37enne disoccupato, Cosimo Damiano Perrone, ha ucciso strangolandola la moglie di 54 anni Annunziata Cioffi.
L’omicidio è stato compiuto in viale San Domenico. In nottata l’uomo sarebbe stato colto da un raptus di follia. Dopo l’omicidio avrebbe chiamato i militari della compagnia di Cerignola e si sarebbe costituito.

ESASPERATO DALLA DEPRESSIONE DI LEI Perrone ha confessato ai carabinieri di aver strangolato la moglie con una corda per tapparelle perchè era esasperato dalla depressione che da circa un anno aveva colpito la moglie, un’ex maestra. L’omicidio è avvenuto attorno alle 4 del mattino, quando l’uomo ha chiamato il 112 per confessare ai militari che aveva ucciso la moglie nella loro abitazione in via Ortale san Domenico, a Cerignola.

Perrone sarebbe stato colto da un raptus di follia perchè – ha riferito ai militari – da quando la moglie si era ammalata entrambi non riuscivano più a dormire. La patologia che aveva colpito la donna, secondo Perrone, aveva gettato la coppia, che non aveva figli, nello sconforto.

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/foggia_depressione_moglie_uccide_strangola/notizie/391011.shtml

This entry was posted in Delitto per motivi psichiatrici, Femminicidio, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.