#8 (Donna) – Uomo tenta di uccidere la madre, uccide una sex worker e tenta il suicidio

Cliente uccide una prostituta
a coltellate e poi tenta il suicidio
La vittima è una 33enne albanese. L’aggressore, un 54enne italiano, prima di uscire di casa aveva aperto il gas, con l’intenzione di uccidere l’anziana madre

Lei, una 33enne albanese, ha aperto la porta al cliente senza sospettare nulla. Non sapeva che l’uomo aveva appena tentato di uccidere con gas l’anziana madre. Lui, un 54enne italiano con problemi psichici, una volta arrivato in camera ha aggredito la prostituta con un coltello e uccisa. Dopo aver compiuto il gesto, l’omicida ha tentato di togliersi la vita con lo stesso coltello. Il delitto è avvenuto poco dopo le 22 di lunedì in una piccola palazzina al numero 501 di viale Cremona, alla periferia di Pavia, nei pressi del bivio Vela.

L’arresto
L’uomo, Carmine Losio, residente nella frazione Montué di Canneto Pavese, ha afferrato un coltello (forse dalla cucina, forse l’aveva portato da casa) e si è scagliato sulla donna, Adliana Picari, una prostituta che di solito lavorava in una rotonda lì vicino. Prima di cadere sotto i colpi, la 33enne è riuscita a chiamare il 113. Sul posto sono intervenuti gli uomini della squadra mobile e alcune volanti oltre ai soccorritori del 118. I poliziotti non sono riusciti a sfondare la porta blindata dell’abitazione, e sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per forzare l’inferriata di una finestra. La giovane donna è stata trovata senza vita nella sua stanza da letto. In una stanza accanto c’era il suo aggressore, completamente nudo, e con tagli alla gola e all’addome. Il 54enne è stato immobilizzato e trasferito in stato confusionale all’ospedale San Matteo di Pavia, dove è piantonato.

Il gas aperto
Si è poi scoperto un particolare agghiacciante. Prima di uscire di casa, lunedì sera attorno alle 20.30, Carmine Losio aveva tagliato il tubo del gas della cucina, tentando di uccidere l’anziana madre invalida, di 89 anni. Lo ha confessato lui stesso al momento dell’arresto: «Ho ammazzato mia madre». Nella casetta di Canneto si sono precipitati ambulanze, carabinieri della zona di Broni e vigili del fuoco, che hanno sfondato la porta. L’ambiente era saturo di gas e l’anziana, priva di sensi, è stata portata d’urgenza in ospedale a Stradella. È stata dimessa con una prognosi di 15 giorni. Sul delitto sta indagando il sostituto procuratore Paolo Mazza di Pavia. Il 54enne si trova piantonato in stato di arresto in ospedale.

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_marzo_10/cliente-uccide-prostituta-coltellate-poi-tenta-suicidio-f77f5f06-c6fd-11e4-ace1-14c9e44d41cb.shtml

This entry was posted in Delitto per motivi psichiatrici, Femminicidio, Suicidio uomini, Tentato omicidio, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.