Donna e uomo morti. E’ un doppio omicidio.

Pordenone, coppia uccisa in auto con 4 colpi di pistola. “E’ duplice omicidio”

Teresa Costanza, 30 anni di Agrigento, e il convivente Trifone Ragone, 29 di Monopoli (Bari), trovati senza vita all’interno della loro auto nel parcheggio della palestra dove lui si allenava. Il giovane era sottufficiale dell’esercito. La ragazza, laureata in Bocconi, lavorava per Assicurazioni Generali. Non è ancora stata trovata l’arma del delitto

Due fidanzati trovati morti in auto, con ferite da arma da fuoco alla testa, nel parcheggio della palestra a Pordenone dove lui si allenava. Nelle prime ore si era pensato all’ipotesi di un duplice omicidio-suicidio. Ma il mancato ritrovamento dell’arma del delitto vicino ai corpi di Teresa Costanza, 30 anni di Agrigento, e del convivente Trifone Ragone, 29 di Monopoli (Bari), ha convinto la procura che si tratti di duplice omicidio. “Il mancato rinvenimento dell’arma del delitto – ha aggiunto il Procuratore della Repubblica di Pordenone, Marco Martani – adesso può considerarsi ufficiale”. Lei è stata raggiunta da tre proiettili alla testa, lui da uno. Tutti sparati da una pistola calibro 7,65.

Ragone aveva da poco finito di allenarsi nella palestra Skorpion, di fronte al palazzetto dello sport della città. Ad accorgersi della presenza di due persone prive di vita, nell’abitacolo di un’utilitaria – una Suzuki Alto -, è stato un istruttore di judo che, uscito a sua volta dalla struttura pochi istanti prima, ha notato il veicolo con il finestrino rotto e due giovani esanimi e in una pozza di sangue.

Sul posto sono giunti dapprima i vigili del fuoco del Comando provinciale, che si trova esattamente di fronte alla palestra: i primi sono arrivati a piedi, richiamati dalle richieste di soccorso, ma non hanno potuto fare nulla per gli occupanti del veicolo e hanno atteso l’arrivo del 118 e dei Carabinieri. La zona è stata immediatamente transennata per consentire i rilievi degli esperti della Scientifica. Sul posto anche il medico legale, inviato dalla Procura.

Ragone era sottufficiale dell’Esercito in servizio al 132/o Reggimento Carri di Cordenons, che fa parte della Brigata Corazzata Ariete. Costanza, invece, si era laureata alla Bocconi nel 2010 in Marketing Management e lavorava presso le Assicurazioni Generali. La coppia, da quanto si è appreso, viveva a Pordenone da un paio d’anni. L’uomo era piuttosto noto negli ambienti della pesistica dove aveva ottenuto anche buoni risultati agonistici. Un paio d’anni fa, aveva anche vinto la selezione di Lignano (Udine) del concorso di ‘Mister Friuli Venezia Giulia’.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/03/18/pordenone-coppia-uccisa-in-auto-4-colpi-pistola-testa-larma-non-si-trova/1515740/5/#foto

Due cadaveri trovati in auto
Colpi d’arma da fuoco alla testa
I corpi di un uomo e una donna di giovane età dentro la vettura trovata nel parcheggio del Palazzetto dello Sport. A dare l’allarme un istruttore di judo

Due persone sono state trovate morte all’interno di un’auto nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone con ferite da arma da fuoco alla testa. Si tratterebbe di un uomo e una donna. L’allarme è stato dato da un istruttore di judo che, uscendo dal palazzetto dello sport, ha notato l’auto con i vetri in frantumi e i due corpi all’interno. Sul posto stanno lavorando Carabinieri, Polizia e Vigili del fuoco.
L’ipotesi dell’omicidio-suicidio
Si tratterebbe di un uomo di 29 anni e una donna di 30, entrambi originari del Sud Italia. Tra gli investigatori si fa strada l’ipotesi che possa essersi trattato di un omicidio-suicidio scaturito forse da motivi passionali.

http://www.corriere.it/cronache/15_marzo_17/pordenone-due-cadaveri-trovati-auto-ferite-d-arma-fuoco-testa-9a46266c-cce3-11e4-a3cb-3e7ff6d232c1.shtml

This entry was posted in Delitto per cause da accertare. Bookmark the permalink.