#10 (Donna) – uccisa dal marito

Brescia, 15enne scopre il corpo della madre morta: i carabinieri danno la caccia al marito
Qualcuno ha visto l’uomo, un operaio di 50 anni, allontanarsi in auto dal luogo del delitto. I carabinieri stanno dando la caccia all’uomo in tutta la zona anche con l’elicottero

Angela Mura, 54 anni, è l’ultima vittima di femminicidio in Italia. La donna, trovata con il cranio sfondato, è stata uccisa in casa a Castenedolo in provincia di Brescia. E’ ricercato il marito, Alessandro Musini, ancora irreperibile. A lanciare l’allarme all’ora di pranzo è stato il figlio 15enne: si è svegliato e ha visto il corpo della madre in camera da letto, in una pozza di sangue.

La donna, stando ad una prima analisi del medico legale, sarebbe però stata uccisa questa mattina attorno alle otto. Lo stesso figlio della coppia avrebbe raccontato ai compagni di classe che i genitori erano sul punto di separarsi e che la madre avrebbe dovuto incontrare un avvocato.

Si tratta di una famiglia di origina sarda, trapiantata da anni nel paese in provincia di Brescia. Il marito della donna, operaio 50enne in un’azienda di Montichiari, nel Bresciano, con qualche piccolo precedente penale alle spalle, non si è presentato al lavoro e i carabinieri stanno cercando una Opel Astra grigia, sulla quale Alessandro Musini sarebbe scappato questa mattina.

Per tutto il pomeriggio l’elicottero dei carabinieri ha sorvolato la provincia bresciana alla ricerca dell’uomo. Ancora nessuna traccia anche dell’arma del delitto. per trovarla i cassonetti dell’immondizia posti proprio all’esterno dell’abitazione teatro dell’omicidio sono stati sequestrati alla ricerca dell’oggetto utilizzato per uccidere Angela Mura. In casa mancherebbero alcuni attrezzi da lavoro. Sarà però l’autopsia disposta dal pm della Procura di Brescia, Francesco Piantoni, a stabilire con certezza la natura dell’oggetto usato.

La donna era vedova del primo marito, morto in un incidente in moto, e dal quale aveva avuto una figlia, che vive in Sardegna, e un secondo figlio di 20 anni, residente invece nel Bresciano. La donna ha avuto poi il terzo figlio da Alessandro Musini, che aveva sposato anni fa. La famiglia da tempo aveva gravi problemi economici. Lei ogni tanto faceva la badante per gli anziani del paese, mentre lui aveva trovato un impiego da poco.

“Anche settimana scorsa la signora era venuta in Comune a chiedere un lavoro e i servizi sociali conoscevano bene la situazione di questa famiglia” ha detto il sindaco di Castenedolo Gianbattista Groli. “Ultimamente Musini faticava a pagare l’affitto della casa” ha spiegato il proprietario dell’immobile dove si è consumata la tragedia. I due figli maschi della vittima per tutto il pomeriggio sono stati ascoltati nella caserma dei carabinieri di Castenedolo per ricostruire la situazione della famiglia.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/03/16/news/giallo_a_brescia_54enne_morta_in_casa_il_corpo_scoperto_dal_figlio_minorenne-109646106/

This entry was posted in Femminicidio, Violenza commessa da uomini, Violenza di genere - Vittime Femminili. Bookmark the permalink.