Lui la lascia per un’altra e lei usa martello e acido sull’altra per vendicarsi

Vendetta al vetriolo contro la rivale

Tor Bella Monaca, spedizione per punire la fidanzata del suo ex

Voleva vendicarsi della rivale, quella donna più anziana di lei che le aveva “rubato” il fidanzato. Niente scenate. Monica Q. 30 anni, aveva in mente qualcosa di molto più eclatante: martellate e acido spruzzato in faccia per cancellare, per sempre, la bellezza più matura dell’altra. Solo per caso, la vittima, che abita a Tor Bella Monaca, se l’è cavata con tre giorni di prognosi, un terribile spavento e nessun segno sul viso, visto che lo schizzo di liquido corrosivo, molto probabilmente acido muriatico o vetriolo, è andato fortunatamente a vuoto. la trentenne, è stata arrestata dai carabinieri del tenente Alberto Pinto, comandante della compagnia di Frascati.

E’ accaduto ieri pomeriggio e solo l’intervento immediato dei militari ha impedito che il dramma della gelosia potesse avere un epilogo di sangue. Il prologo è di qualche mese fa: un classico. Lei si accorge che lui, il titolare di una palestra, è evasivo, distratto, assente e spesso mente. Alla fine, dopo la classica serie di bugie che tutti i mariti o i fidanzati fedigrafi conoscono alla perfezione, lei lo mette alle strette e lo costringe a confessare: è vero, nella sua vita è entrata un’altra ma l’uomo rifiuta categoricamente di dire chi è la sua nuova fiamma.

La trentenne sembra rassegnarsi e il legame si scioglie senza altri drammi ma è una bonaccia solo apparente. la donna tradita, incensurata e di famiglia irreprensibile, vuole sapere chi è la rivale e quando scopre che si tratta della segretaria del suo ex perde completamente la testa e organizza un vero e proprio blitz. nel tardo pomeriggio di ieri si copre il viso con una sciarpa e un paio di occhiali da sole e si presenta sul luogo di lavoro dell’uomo. In una mano ha una mazzetta da muratore del tipo chiamato “male e peggio”, nell’altra una bottiglietta piena di liquido corrosivo. Quando la rivale esce per strada, la donna le si scaraventa addosso come una furia. la trentottenne schiva, per un pelo, il getto di acido che potrebbe trasformare per sempre il suo viso in una maschera grottesca. Monica la incalza col martello in pugno, sferra un colpo che sfiora la testa dell’odiata segreteria ma qualcuno assiste alla scena e urla. Sul posto piomba una gazzella della stazione di zona. la trentenne si allontana di corsa lanciando la bottiglietta in strada, col martello ancora in pugno. Appena la fermano tenta di sviare i sospetti: “Io sono stata aggredita da un uomo che voleva violentarmi, mi sono solo difesa con questo…” ma bastano pochi minuti per ricostruire l’accaduto. nelle prossime ore, il processo per direttissima.

da Repubblica del 7 dicembre 2012 via Zeroviolenzadonne: http://www.zeroviolenzadonne.it/rassegna/pdfs/07Dec2012/07Dec2012fd4391e12425a7b53a46938fc03b63bf.pdf

ROMA, MARTELLATE E ACIDO CONTRO LA
RIVALE IN AMORE. ARRESTATA UNA RAGAZZA

ROMA – Acido e martellate contro la rivale in amore. A giudicare dalle “armi” usate nel tentativo di farsi giustizia sommaria, ai carabinieri non sembrava di trovarsi di fronte ad un regolamento di conti tra esponenti del gentil sesso. Invece ad affrontarsi sono state proprio due giovani donne romane: una di 30 anni (nei panni dell’autrice dell’aggressione) e l’altra di 38.
La 30enne, che aveva suo malgrado accettato l’interruzione di un precedente legame sentimentale, non ha retto al sospetto che la nuova fidanzata del suo ex uomo potesse essere proprio la segretaria di quest’ultimo, una 38enne romana. La ragazza, quindi, si è presentata all’ingresso dell’ufficio dell’ex (e della sua nuova fiamma) con il volto travisato. Quindi si è violentemente scagliata contro la presunta rivale, tentando di spruzzarle in faccia una bomboletta di acido. Non solo. In preda al più cieco desiderio di vendetta, ha tentato di colpire la 38enne alla testa con una mazzetta da muratore. Per fortuna della sventurata, entrambi gli attacchi non sono risultati letali. Anzi, alla fine la segretaria oggetto della “punizione” se l’è cavata con un grande spavento ed una prognosi di appena tre giorni in conseguenza di una lieve ferita al cuoio capelluto.
La romana 30enne invece è stata arrestata dai carabinieri della Stazione di Tor Bella Monaca, quartiere che è stato teatro dell’intera vicenda passional-criminale.

http://www.leggo.it/roma/nera/roma_martellate_e_acido_contro_la_rivale_in_amore_arrestata_una_ragazza/notizie/205800.shtml

Questa voce è stata pubblicata in Tentato omicidio, Violenza delle donne. Contrassegna il permalink.

1 risposta a Lui la lascia per un’altra e lei usa martello e acido sull’altra per vendicarsi

  1. Pingback: Della diversa percezione della gravità della violenza a seconda del sesso della vittima – Al di là del Buco

I commenti sono chiusi.