Ragazzine aggrediscono una coetanea di colore e i ragazzi le incitano

Botte tra ragazzine sulle Mura di Grosseto
i maschi le incitano e mettono i video online
Su Youtube compaiono e poi vengono rimosse le immagini di un’aggressione a una ragazza, “la negra”, che viene insultata e schiaffeggiata da alcune coetanee, mentre una folla di ragazzini assiste divertita e incita alla violenza

«E la negra ce le busca!». La negra, la «zoccola», è un’adolescente in felpa grigia, fuseaux neri, scarpe da tennis. In mezzo al branco che la assale, sulle Mura di Grosseto, di giorno, nel centro storico, spiccano la sua gamba affusolata che tira un calcio di difesa e i capelli lunghi, facili da tirare. Intorno urlano tutti. Quelli che picchiano e quelli che incitano a picchiare. Ma una voce si distingue: «Levati, devo filmare. Questo va su Youtube».

E infatti il video viene caricato proprio su Youtube il 17 febbraio da un utente – presumibilmente un ragazzo di 15 anni – che posta anche un altro filmato (da ieri sera, 19 febbraio, entrambi sono stati rimossi). Mostrano un assalto di gruppo a una ragazza che viene insultata e presa a schiaffi. Quando, poi, la ragazza riesce a sottrarsi alla furia del gruppo, uno si domanda: «Dov’è la negra?». Pare dispiaciuto che l’aggressione sia finita. Ma qualcuno, con tono di trionfo già commenta: «La negra se ne va!».
Il secondo filmato è meno dettagliato del primo, ma non meno preoccupante. Di nuovo botte, anche se non si capisce bene chi le prenda e chi le dia. Protagoniste della rissa sono sempre ragazze, lo scenario sono ancora le Mura. Anche in questo caso una folla di ragazzi assiste all’assalto, divertita. A quanto risulta, nessuna denuncia è stata presentata. E nessuna indagine, al momento, è in corso.

http://iltirreno.gelocal.it/regione/2013/02/20/news/botte-tra-ragazzine-sulle-mura-di-grosseto-i-video-su-youtube-1.6564700

This entry was posted in Aggressione, Bullismo, Razzismo, Violenza commessa da donne, Violenza di matrice fascista. Bookmark the permalink.