Uomo uccide la moglie e poi si impicca

Ottantenne uccide la moglie malata di Alzheimer, poi si impicca: dramma a Pantigliate
Ha accoltellato la compagna, poi si è suicidato nel box. L’allarme dato dal vicino di casa che ha visto il cadavere. Dopo che il personale dei soccorsi ha constatato il decesso, è entrato in casa e ha trovato la donna

Ha ucciso la moglie con un coltello, poi si è impiccato nel box sotto casa. L’uomo, Paolo Z., 78 anni che abitava con la compagna di una vita, Carmen di 80 anni, a Pantigliate, comune a est di Milano, ha agito nelle prime ore del mattino, poco dopo essersi alzato dal letto. Poi è sceso nel box e si è impiccato: secondo i carabinieri di San Donato Milanese, titolari dell’indagine, si è trattato di un omicidio-suicidio.

La donna soffriva di Alzheimer e forse è questa malattia l’origine del dramma. Carmen era stata appena dimessa dall’ospedale dopo l’ennesimo ricovero. A dare l’allarme è stato un vicino che passando nei pressi dei box ha notato la sagoma dell’uomo penzoloni. Una volta sul posto i carabinieri e il 118, dopo aver constatato il decesso dell’uomo, sono entrati nell’appartamento, al piano terra, e hanno trovato anche il cadavere della moglie. La donna era riversa sul pavimento del bagno, il corpo era stato raggiunto da numerosi colpi di coltello. L’arma era stata abbandonata poco distante.

Il figlio 47enne della coppia aveva trascorso la notte con i genitori
e si è alzato presto per andare al lavoro: l’omicidio-suicidio sarebbe quindi avvenuto nel lasso di tempo tra il momento in cui l’uomo è uscito e le 8.40, quando il cadavere dell’anziano è stato ritrovato. Il 78enne non ha lasciato alcun biglietto per giustificare il gesto.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/02/25/news/anziano_uccide_la_moglie_poi_si_impicca_dramma_a_pantigliate-79576282/

This entry was posted in Delitto per cause da accertare, Delitto per eutanasia. Bookmark the permalink.