Uomo uccide la madre

Torino, uccide la madre a coltellate. Fermato dai carabinieri Quando i militari sono arrivati nell’appartamento di via Belfiore hanno trovato il figlio sporco di sangue con il coltello in mano. Il nucleo investigativo sta ricostruendo la dinamica e il movente dell’omicidio Ha ucciso la madre a coltellate, in un appartamento di Torino, poi ha atteso l’arrivo dei carabinieri che lo hanno fermato.

L’omicidio è avvenuto questa mattina in via Belfiore. Per la donna sono stati inutili i soccorsi. Quando sono arrivati, i carabinieri hanno trovato l’uomo sporco di sangue con il coltello in mano. I militari del nucleo investigativo stanno ricostruendo la dinamica e il movente del delitto, che finora rimane sconosciuto.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/16/torino-uccide-la-madre-a-coltellate-fermato-dai-carabinieri/1062023/

Torino, uccide la madre a coltellate. Spunta la pista della droga
A chiamare i soccorsi, inutili, è stato il fratello dell’omicida che ha atteso l’arrivo dei carabinieri senza entrare in casa, temendo per la propria incolumità

I carabinieri davanti al palazzo in cui è avvenuto il delitto
Ha ucciso a coltellate la madre in casa: è successo poco fa a Torino, in via Belfiore 19, nel quartiere della nuova movida, San Salvario. La vittima è una donna romena, Maria Ferencz, 51 anni. A chiamare i soccorsi, inutili, è stato il fratello dell’omicida. Dalle prime informazioni sembra che l’aggressore, soffra di disturbi psichiatrici. L’altro figlio della vittima ha atteso l’arrivo dei carabinieri perchè aveva paura a entrare in casa e di essere a sua volta accoltellato dal fratello. Il giovane matricida, Alexandru Adrianu Ferencz, 29 anni, è stato arrestato. In preda al delirio avrebbe vaneggiato facendo riferimenti a Satana.

Racconta un testimone che lavora nel locale di fronte alla palazzina: “Ho sentito delle grida e ho visto un ragazzo (il fratello dell’omicida, ndr) scendere di corsa per strada e fermare una macchina dei carabinieri. Era agitatissimo, non riusciva neanche a spiegarsi”. Il giovane, Sergiu Ioan Ferencz, 25 anni, si era insospettito questa mattina perché non riusciva ad avere notizie della madre. E’ quindi andato di persona a casa, in via Belfiore e, quando era ancora sul pianerottolo, ha visto la donna riversa a terra, in casa, in una pozza di sangue. Il fratello brandiva un coltello e gridava frasi senza senso, tra cui “E’ stato Dio ad avermi mandato”.

Il ragazzo ha avuto paura di entrare nell’appartamento, perché temeva che il fratello ammazzasse anche lui. E’ sceso quindi in strada e ha chiesto aiuto ai carabinieri, che erano già stati chiamati. I militari, saliti al terzo piano, hanno intimato all’omicida di buttare il coltello a terra. “Uccidetemi!” ha urlato . Poi è stato quindi ammanettato e portato via.
Dalle prime indagini spunta che Alexandru avrebbe problemi di droga. Alcuni conoscenti della vittima riferiscono che il giovane era tossicodipendente da due anni e spesso aveva comportamenti violenti nei confronti della donna.

http://torino.repubblica.it/cronaca/2014/07/16/news/torino_uccide_la_madre_a_coltellate-91708773/?ref=HREC1-20

This entry was posted in Delitto per cause da accertare, Delitto per motivi psichiatrici, Violenza commessa da uomini. Bookmark the permalink.